La Web Reputation (reputazione sul web) è un’attività di raccolta e monitoraggio di tutto quanto viene detto online riguardo a un determinato prodotto, servizio, progetto o evento.

Il diritto all’oblio è il diritto a che i fatti, pure pubblici, attinenti ad un soggetto, con il decorso del tempo cessino di avere tale qualità. Il nuovo Regolamento Generale sulla Data Protection prevede un diritto “Diritto alla cancellazione (diritto all’oblio)”. Il diritto all’oblio può essere applicato sia con riferimento alla stampa tradizionale che e soprattutto a quella digitale. La famosa sentenza della Corte Europea di Giustizia resa nel caso Consteja C-131/12 Google Spain SL, Google Inc., vs. Agencia Española de Protección de Datos (AEPD) ha sancito l’applicabilità al trattamento dei dati effettuato da Google Inc. (nonché agli altri provider di servizi Internet) delle normative privacy dei singoli Paesi dell’Unione nei quali le rispettive controllate sono stabilite, la contitolarità disgiunta di Google Inc. in relazione al trattamento dei dati effettuato dal motore di ricerca Google e l’obbligo di Google Inc. (e del contitolare) di rimuovere dai risultati delle ricerche condotte mediante le versioni locali europee dei propri motori i dati personali degli interessati, allorché il trattamento dei relativi dati personali abbia perso interesse per effetto del decorrere di un determinato lasso di tempo. Il riconoscimento di un diritto così definito costituisce nella pratica un “diritto alla deindicizzazione” dei contenuti dal web. Il riconoscimento del diritto si ottiene mediante un ricorso al Garante della Privacy o in alternativa all’Autorità Giudiziaria.